A 30 anni dalla “campagna fotografica” in Valle d’Aosta i testi inediti di Attilio Colombo

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Erano i lontani 1990/1991 quando in Valle d’Aosta giunsero alcuni fotografi italiani, tra i più significativi dell’allora ricco panorama nazionale, con il compito di analizzare e interpretare l’ambiente, la vita e la storia della Regione.

Gabriele Basilico – Giovanni Cabassi – Lorenzo Cortelletti – Mario Cresci – Luigi Ghirri – Riccardo Marcialis – Francesco Radino – Giuliana Traverso

Luigi Ghirri

Il progetto di rilevazione fotografica del vivere, del vissuto e dell’ecosistema valdostano lo concepii nel 1989 e, attraverso l’organizzazione e le conoscenze messe a disposizione da Lanfranco Colombo, con la collaborazione intellettuale e operativa di Attilio Colombo e Noris Lazzarini, l’anno dopo ebbe appunto inizio la “campagna fotografica” che si concluse nel 1991.

Francesco Radino

Stampate e raccolte le immagini, accompagnate dai testi critici scritti da Attilio Colombo, consegnai il tutto alla Presidenza del Consiglio Regionale, Ente finanziatore del progetto. La politica prese possesso del materiale e decise di gestirlo autonomamente per gli scopi che ritenne opportuni.

Riccardo Marcialis

Fu così che vennero inseriti altre fotografie estranee al progetto (quindi snaturando sia le motivazioni che la filosofia della “campagna fotografica”) e fu dato incarico di scrivere i testi critici ad autori valdostani che nulla conoscevano della storia e della cultura della fotografia; vennero così cestinati i testi storico/critici che Attilio Colombo aveva faticosamente redatto.

Mario Cresci

Pochi giorni fa, riordinando cassetti, ho riesumato una cartellina che conteneva il progetto di circa 30 anni fa e, tra le tante carte, ho trovato i testi originali di Attilio Colombo dedicati alla ricerca fotografica nel suo insieme e altri scritti che esaminavano nel dettaglio la ricerca di ogni singolo fotografo.

Gabriele Basilico

Ritengo interessante proporre oggi questi inediti, a tre decenni di distanza durante i quali, purtroppo, ci hanno lasciato Lanfranco Colombo, lo stesso Attilio Colombo, diversi fotografi tra cui Luigi Ghirri e Gabriele Basilico, ma anche politici e curatori che all’epoca avevano deciso di gestire autonomamente esposizione e catalogo nell’indifferenza totale (oltre i confini regionali) di quanto da loro proposto.

Lorenzo Cortelletti

Periodicamente pubblicherò i testi di Attilio Colombo dedicati ad ogni singolo fotografo.

Giuliana Traverso
Annunci

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.