N.D. orgogliosa di essere sinta – MA… GLI ITALIANI SONO RAZZISTI?

Io sono una sinta italiana …una sinta per metà lombarda e per metà tedesca, sono cresciuta frequentando le scuole a Trento.

Fino all’età di 6 anni ho vissuto in un campo poi la mia famiglia si è trasferita nelle case popolari.

Mia madre come lavoro faceva le pulizie mentre mio padre si alzava alle 3 del mattino per consegnare i giornali.

Nonostante questo ci buttarono fuori dalla casa popolare in quanto sinti! La gente del palazzo si rifiutava di vivere con una famiglia sinta.

Così ci trasferimmo a Merano …e di nuovo ci ritrovammo a vivere in un capo nomadi.

Ho vissuto lì fino all’età di 18 anni. Quando presi il diploma come cuoca iniziai a lavorare, me ne andai dal campo e trovai una casa.

Ora ho 34 anni e ho 3 figli: uno di 11 anni, una bambina di 4 e un altro maschietto di 11 mesi.

Continuo a fare la cuoca, adesso lavoro presso i vigili del fuoco e mio marito è un pittore.

La gente comunque mi guarda male ma a me non interessa perché io so chi sono realmente e non rinnego il mio sangue “zingaro” che mi scorre nelle vene.

Fiera di esse “zingara” nonostante tutto e tutti!


Questo è uno spazio che permette di conoscere e di capire come si manifesta e come si percepisce la discriminazione nella vita quotidiana italiana. Se vuoi che la tua esperienza venga conosciuta e condivisa, inviaci un breve racconto a questa e-mail: gf.maccaferri.blog@gmail.com oppure vai direttamente incontatti

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.